“Il workshop è stato molto utile per la mia crescita “fotografica”. Il modo in cui Pietro e Simone (TerraProject Photographers) hanno parlato del proprio lavoro e dei nostri progetti è stato aperto, onesto e costruttivo. Il loro approccio positivo e la “spinta” che mi davano ogni giorno mi hanno fatto maturare nel mio lavoro e nel modo di vedere le cose. Il sostegno di Yulia (curatrice YarT Photography) e la sua conoscenza del territorio e della lingua russa sono stati estremamente utili. Mi è piaciuto molto il gruppo dei partecipanti e il modo in cui le persone si sostenevano a vicenda. Ho incontrato persone meravigliose che sono diventate amiche. Abbiamo vissuto una settimana molto intensa e abbiamo condiviso tanto. Tornando a casa mi sono sentita un po’ persa. Elaborare tutto ciò che ho imparato durante la settimana del workshop e andare avanti è stata una grande sfida. Ma il corso mi ha dato maggiore fiducia in me stessa come fotografa e una nuova cerchia di amici!” – KAREN N. (partecipante Workshop a San Pietroburgo 2013).

“La settimana del Photo Workshop a San Pietroburgo è volata in un attimo! Fin dal primo incontro l’atmosfera del workshop era cordiale e confortevole. Tutti i partecipanti erano coinvolti e appassionati dalle discussioni comuni. Questo mi dava un’ulteriore motivazione per lavorare intensamente. Ogni progetto proposto ha trovato spazio all’interno del workshop. Gli insegnanti di TerraProject, Simone e Pietro, seguivano ognuno individualmente e, con i loro consigli, indirizzavano il lavoro, lasciando spazio per l’espressione della creatività di ognuno. Inoltre, abbiamo avuto l’opportunità ad imparare ad usare le camere Hasselblad e abbiamo assistito ad un intervento interessantissimo da parte di Peter Van Agtmael dell’agenzia Magnum. Alla fine della settimana di lavoro siamo stati premiati con  un “bonus” sorpresa: una presentazione pubblica dei nostri progetti nello spazio unico di Nuova Olanda, l’isola creativa. Per me è stato molto utile partecipare a questo workshop, non solo perché ho avuto modo di esprimermi artisticamente, ma soprattutto perché ho potuto apprendere la complessità del processo  di realizzazione di un essay fotografico”, EVGENIYA R. (partecipante del Workshop a San Pietroburgo 2013 e del Workshop a Roma 2013).

Sono stati giorni indimenticabili, un esperienza al contempo forte e stimolante! Dal punto di vista didattico, è stato utile a capire come si struttura un progetto fotografico e come si imposta la selezione finale delle immagini…  tutto lo staff è stato molto disponibile ed attento alle esigenze personali dei partecipanti…  grandissimi i docenti, la cui simpatia e disponibilità, certo non impediva loro di essere molto rigorosi e duri negli incontri giornalieri in cui si analizzava il lavoro in corso (del resto se partecipi ad un workshop lo fai per metterti in gioco e soltanto sbattendo la testa con quelli che sono i tuoi punti deboli hai la possibilità di imparare qualcosa che potrà accompagnarti nei passi successivi)…  fantastico il gruppo con cui ho condiviso quest’avventura, non solo per i momenti più conviviali, ma anche per gli stimoli dati dal confronto con sensibilità ed esperienze diverse. Un abbraccio”, – ROBERTA C. (partecipante del Workshop a San Pietroburgo con TerraProject, 2012, e del Workshop a Mosca con Davide Monteleone, 2013)

“Mi sono buttata in quest’avventura agli albori delle mie esperienze  fotografiche, senza conoscere nessuno dei partecipanti e senza sapere cosa mi  aspettava. Da sviluppare ho scelto un tema difficile da tutti i punti di vista, ho  raccolto testimonianze di vita, ho aperto gli occhi su una realtà complicata  che la gente cerca di non vedere. Ho conosciuto persone interessantissime, mi sono confrontata, ho imparato, ho  superato limiti personali. Ho avuto la fortuna di essere guidata da  professionisti con un’umanità e una disponibilità che non mi sarei aspettata mai. Persone che  ci hanno consigliato, ascoltato e supportato. Un gruppo bellissimo con guide altrettanto fantastiche.  Torno a casa con maggiore consapevolezza, nuovi amici, e con una parte di me  che non conoscevo. Grazie”, –  ROBERTA M (partecipante del Workshop fotografico a Roma con Francesco Zizola, 2013).

“San Pietroburgo nel migliore momento, 20 ore di luce al giorno, organizzazione impeccabile e precisa, sempre presente. I TerraProject ti seguono cercando di motivare la tua ricerca e favorendo il tuo stile. Il gruppo molto equilibrato, è stato un onore condividere con il gruppo questa settimana. E’ stata un’esperienza molto positiva che continua ad echeggiare grazie anche ai contatti che si sono creati. Spero di partecipare anche ad altre”, – MATTIA (partecipante del Workshop a San Pietroburgo con TerraProject, 2012).

“Per me è stata una bellissima esperienza, un workshop molto interessante e formativo, tenuto da un grande fotografo che ho sempre apprezzato e stimato e che ho avuto la fortuna di conoscere personalmente. Veramente interessante ascoltare le sue esperienze sul campo ed il suo discorso riguardo l’etica, come anche la lettura del portfolio. Anche la giornata passata con Claudio Palmisano è stata interessantissima, mi ha “aperto” un nuovo mondo, e mi ha fatto scoprire un nuovo modo di concepire la post produzione. Sono sempre stato convinto che siano pochissimi, ai giorni d’oggi, i workshop in grado di insegnarti veramente qualcosa, questo è uno di quelli. Mi dispiace solo che sia durato “appena” 1 settimana. :) Grazie mille”, – GIANLUCA (partecipante del Workshop fotografico a Roma con Francesco Zizola, 2013).

“In realtà non ricordo esattamente come’ è nata la decisione di partecipare al workshop a San Pietroburgo, c’è stata tanta indecisione iniziale, la paura di tuffarsi seriamente e diversamente nel mondo della fotografia, il timore di afferrare la macchina fotografica e guardare nel mirino in maniera completamente nuova ma soprattutto non saper cosa trovare al di là dell’obiettivo. Sono certa però, di quale sia la causa di questo non ricordare: sono le diverse, enormi, intense e disparate emozioni e sensazioni provate nei dieci giorni passati in Russia, con i ragazzi che assieme a me hanno partecipato al workshop, e i ragazzi di Terra Project. E naturalmente, solo una volta tornata a casa e ricominciata la solita routine, mi sono resa conto di quanto abbia imparato, di come sia cambiato il mio modo di vedere e di affrontare un lavoro fotografico. Ho capito l’importanza del lavoro che precede lo scatto fotografico, l’importanza di discuterne con altri e di sbagliare una volta usciti sul “campo”. Mi è piaciuto e divertito molto osservare i movimenti di Rocco e Pietro, carpirne ogni segreto e sorridere nel vederli all’azione con la popolazione russa. Il supporto e i consigli pre e post scatto di Anna e l’indispensabile aiuto di Julia nel comunicare con la popolazione. È stato faticosissimo, sia fisicamente sia mentalmente ma che bello tornare nella propria casa ogni sera felici e pronti a lavorare sugli scatti realizzati durante la giornata; e aspettare gli altri coinquilini e farsi raccontare le avventure della loro giornata. Tutto questo ha certamente offuscato le indecisioni e le paure iniziali! SPASIBA a tutti!”, – VALENTINA V. (partecipante del Workshop a San Pietroburgo con TerraProject, 2012).

“Per quanto mi riguarda il workshop è stato molto interessante e utile. Inevitabilmente non era facile trovare una storia non conoscendo la città e in così poco tempo. Ma è comunque un qualcosa che ti costringe a sforzarti per ottenere un risultato. Anche questo l’ho trovato un utilissimo esercizio didattico. Le lezioni con Francesco le ho trovate interessantissime. Anche da delle semplici chiacchierate spesso si apriva un mondo. E ritengo che fosse utile il confronto con tutti e le letture fatte a tutti, nessuno escluso. Erano di enorme utilità secondo me. Avrei passato almeno un altro giorno con Claudio (bravissimo anche lui) perchè in un solo giorno le nozioni che ci ha dato erano davvero tante e assimilarle in poco tempo ti lascia un po’ “stronato” :) Nel complesso un bel workshop, sono soddisfatto”, -VALENTINO (partecipante del Workshop fotografico a Roma con Francesco Zizola, 2013).

“L’organizzazione del workshop mi è sembrata buona , e il collettivo Terra Project mi è sembrato molto affiatato e disponibile, e assolutamente competente. Quello che forse è mancato è stata una riflessione vera sulla post-produzione delle immagini, ma forse non è stato possibile anche per la frenesia delle giornate, passate a svolgere sopralluoghi e portare avanti il proprio lavoro fotografico. Esperienza che rifarei immediatamente e che consiglierei a tutti i giovani fotografi,” – FRANCESCO (partecipante del Workshop a San Pietroburgo con TerraProject, 2012).

“Il workshop sulla costruzione del libro fotografico è stata un ottima occasione ed esperienza per poter imparare, confrontarsi e verificare il proprio approccio lavorativo e visivo. Due giornate ricche di input costruttivi che ci hanno dato la possibilità vera e propria di poter mostrare, mettere in discussione e capire come migliorare la nostra ricerca. Le indicazioni teoriche, tecniche e visive forniteci dagli insegnanti, mi hanno aiutata a comprendere meglio tutto il percorso che si cela dietro alla produzione di un libro fotografico e alla realizzazione dell’oggetto finito. Un incontro utile a chiunque viva la fotografia come passione, forma d’arte e professione. Spero di poter partecipare presto ad altre iniziative così interessanti,” – FRANCESCA B. (partecipante del Workshop Costruzione del libro fotografico, 2013).

“Per quanto mi riguarda il corso e’ stato molto utile per vari motivi:

  • ottenere dei pareri sui miei lavori da chi non vi è legato per esperienze esterne alla foto stessa. Quindi imparare a vedere le proprie foto con piu’ freddezza.
  • il workshop e’ stato breve ma intenso, si sono approfonditi i giusti argomenti.
  • si e’ parlato di crowd funding e abbiamo avuto un esempio pratico su come ci si muove per ottenerlo.
  • l’argomento stampa e impaginazione e’ stato per me fondamentale per quelle piccolezze tecniche che a volte appunto sembrano poco importanti ma fanno la professionalità di un prodotto.

Insomma, vorrei ringraziarvi perché ne e’ valsa veramente la pena!” – ALESSANDRO (partecipante del Workshop Costruzione del libro fotografico, 2013).

“Il seminario sulla costruzione del libro fotografico è stato per me davvero molto interessante. Nello spazio di poche ore si sono affrontate numerose tematiche relative alle case editrici, all’editing del progetto, alla sequenza di presentazione, fino ad una sintetica ma efficace presentazione di InDesign per la composizione grafica del libro. Fondamentale il momento in cui si sono esaminati i singoli portfolio, un’occasione di confronto tra progetti molto diversi tra loro che, grazie al lavoro di selezione e messa in sequenza fatto insieme alle photo editor, hanno trovato una nuovo modo di essere presentati che li ha fortemente valorizzati. Ore intense, in cui si può imparare davvero molto. Workshop da tenere d’occhio, ne vale la pena,” – FRANCESCA C. (partecipante del Workshop Costruzione del libro fotografico, 2013).

“Sono stato soddisfatto dal workshop e da tutti gli argomenti trattati. Sia la parte introduttiva con anche l’intervento del fotografo (Marco Lachi), sia l’editing collettivo (che trovo sempre molto importante) sia la parte finale con l’intervento di Mimmo (Mimmo Di Todaro, Fina Estampa), oltre alle tue indicazioni precise per installare Scribus… A volte questi workshop sono un po’ astratti e invece gli interventi esterni sono stati utili per confrontarsi con i problemi e le situazioni reali e lo ritengo veramente importante, ” – PETER (partecipante del Workshop Costruzione del libro fotografico, 2013).

“Per me il workshop a Mosca con Davide Monteleone è stata un’esperienza incredibileSpecialmente per capire come si realizzi un progetto in condizioni difficiliCredo che l’intenzione di Davide fosse di metterci all’interno di contesti dove tu debba discutere con commissioni che ti vengono date. Questo sicuramente non è per tutti, ma per me è stato davvero utile. Penso che un fotografo di successo abbia bisogno di una serie di qualità – talento, diligenza, l’abilità di affrontare e comunicare agli altri, e una mente aperta che serve a trovare la strada giusta anche quando le cose non sono più come ti eri prefisso e tutto sembra andare verso l’imprevedibile. Se ti mancano alcune di queste qualità, devi essere in grado di sopperire alle altre. Seconde me Davide le possiede tutte. Il progetto realizzato a Mosca sotto la sua guida è stato ottimo e produttivo,” - EGOR (partecipante del Workshop a Mosca con Davide Monteleone, 2013).

“Anche se abbiamo avuto solo una settimana per completare il nostro progetto sulla città di Mosca, questo workshop mi ha aiutato a essere più efficiente, ricreando le condizioni di un vero assegnato,” - ELEONORA (partecipante del Workshop a Mosca con Davide Monteleone, 2013).

“Il workshop è stato davvero un Laboratorio - non semplicemente qualche lezione teorica. Abbiamo veramente lavorato (su qualcosa) con un (più o meno) chiaro obiettivo in testa. Sicuramente una settimana non è sufficiente per realizzare un progetto vero e proprio, ma comunque è abbastanza lunga da poterne simulare uno. Mi ci sono voluti un po’ di giorni per mettermi in sintonia con la situazione, con il luogo, e con l’idea e il possibile risultato verso il quale Davide aveva intenzione di guidarmi,” - MARIJAN (partecipante del Workshop a Mosca con Davide Monteleone, 2013).

A mio avviso il workshop è stato molto interessante sia nella parte di Francesco Zizola che di Claudio Palmisano. La loro profonda competenza di entrambi ha sicuramente dato un valore aggiunto al workshop. Avrei dedicato più parte al lavoro in studio, magari destinando il progetto ad un periodo successivo: ci si sarebbe potuti trovare un paio di mesi in un fine settimana per presentare un progetto finito. Comunque sia, esperienza molto positiva. Grazie”, – LUCIANO (partecipante del Workshop fotografico a Roma con Francesco Zizola, 2013).